Skip to Content

Viaggi in montagna

Per questo il Centro Studi e Documentazione Direct Line – la più grande compagnia di assicurazione auto online – ha voluto chiedere agli italiani come affrontano i viaggi invernali con un occhio alla sicurezza stradale.

I paesaggi invernali, infatti, con le loro luci e i loro colori offrono senza dubbio un panorama suggestivo al quale gli automobilisti proprio non sanno resistere, ma dalle risposte è evidente che gli italiani non sono tutti uguali e affrontano il viaggio in modo molto diverso. Il 77% degli intervistati, infatti, afferma di ammirare la vista offerta attraverso finestrino (il 43% si ferma appena possibile a scattare foto e il 34% dichiara di emozionarsi alla vista di tramonti e panorami diversi da quelli abituali).

Molti sono dunque gli italiani che notano i cambiamenti del paesaggio che si susseguono fuori dal finestrino e nello specifico il 61% degli automobilisti dichiara di notare sempre, ad ogni spostamento in auto, i cambiamenti e di adeguare di conseguenza il proprio stile di guida. Di contro, il 23% del campione dichiara di non concedersi distrazioni in nessun caso in quanto l’unico obiettivo dello spostamento è raggiungere nel minor tempo possibile la meta tanto attesa.

Da sempre sensibile al tema della sicurezza stradale e promotrice del relativo progetto Share the Road, Direct Line ricorda però che il fascino irresistibile dell’inverno non deve far dimenticare che bisogna sempre guidare in modo sicuro, soprattutto se si percorrono strade di montagna. Anche se la meta e il suo paesaggio sono in genere un vero paradiso immacolato, spesso e volentieri il tragitto montano è una strada tortuosa fatta di curve e tornanti. Per questo Direct Line ha chiesto agli automobilisti in che modo affrontano le impegnative curve di montagna. A quanto pare gli italiani non se la cavano male: il 41% imposta la curva in maniera corretta, scalando la marcia e compiendo la manovra di svolta lentamente, a seguire il 38% di autisti che rallenta prima di immettersi nella curva e accelera durante la manovra. Meno efficiente il 20% che ammette di allargarsi leggermente nella direzione opposta prima di svoltare.

La ricerca di Direct Line offre, inoltre, un interessante spaccato regionale dal quale emerge che, con il 53%, i più bravi a impostare la curva risultano essere i bresciani. A pari merito con il 47% i fiorentini e i palermitani, seguono a breve distanza i torinesi (46%), i cagliaritani (44%) e i romani (42%). Un po’ più distanti milanesi (39%), bolognesi (36%) e veronesi (36%).

“L’Italia e le mete di montagna in generale offrono un panorama affascinante ed è quasi impossibile restarne indifferenti. – commenta Barbara Panzeri, Direttore Marketing di Direct Line – È interessante notare, però, che gran parte degli italiani lo contempla fermando l’auto e dimostrando così un’importante attenzione per la sicurezza. Anche quando ci si sposta semplicemente per un week end è fondamentale prestare attenzione alla guida, soprattutto in inverno quando pioggia, ghiaccio e neve rendono più insidioso il manto stradale. Per questo abbiamo anche voluto ricordare agli italiani che impostare la guida, e le curve in particolare, in maniera corretta è di estrema importanza per la sicurezza di sé stessi e degli altri”.

Torna su