Skip to Content

Direct Line: in tempo di crisi gli italiani rinunciano all’auto

L’aumento del prezzo della benzina è un tema all’ordine del giorno, non solo sulle pagine dei giornali, ma anche nei discorsi della gente comune. Nei primi cinque mesi dall’anno il costo del carburante è aumentato del 21% e per fronteggiare il calo dei consumi, sia i distributori bianchi – rivenditori privi del marchio della compagnia petrolifera – sia le principali aziende petrolifere, stanno adottando strategie promozionali, promuovendo sconti sul costo del carburante.

Secondo una ricerca condotta da Direct Line, a questo aumento corrisponderebbe una tendenza da parte degli italiani a ridurre l’utilizzo della propria auto: circa 1 italiano su 2 (46%), dichiara di percorrere non più di 5.000 km annui contro il 23% del 2010 (Fonte Direct Line).

Ma non solo. Alla riduzione dei chilometri si aggiungono anche piccoli trucchi per limitare il consumo di carburante alla guida. Quali sono?

Per approfondire, vai al Comunicato Stampa.

Torna su