Skip to Content

14 italiani su 100 hanno compiuto un atto vandalico

Gli atti vandalici spesso non sono ragazzate ad opera di bulli: questo è quanto emerge da un’indagine condotta del Centro Studi e Documentazione Direct Line. La ricerca svela che più di un italiano su 10 (14%) confessa di aver compiuto atti vandalici su un’altra auto. C’è chi ha danneggiato una vettura rigando la carrozzeria (7%), chi ha colpito uno specchietto retrovisore (3%) e chi ha rotto tergicristalli (2%). Altri bersagli, fortunatamente meno gettonati, sono i vetri e le gomme dell’auto (entrambi con l’1%). Analizzando i risultati dello studio si scopre che le donne riconoscono nell’8% dei casi di aver rigato almeno una volta la carrozzeria di un’auto, mentre il 4% degli uomini ammette di aver danneggiato uno degli specchietti. I dati choc con una fotografia dell’Italia.

Per approfondire, vai al Comunicato Stampa.

Torna su